Miti da sfatare Vol. 2 La moda Vintage

Se sto ferma e zitta posso sentire il rumore di un cervello da fashion blogger che esplode.

tumblr_okssqzdH1Q1qezylto1_400

Avete presente quel momento in cui, camminando per strada, vi fermate distrattamente davanti alla vetrina di una boutique vintage e all’improvviso pensate di aver trovato il vostro stile? Ecco, quello è l’inizio del vostro declino. Come si dice dalle mie parti, fatevi la croce con la mano giusta, perché da quel momento in poi avrete circa il 90% di possibilità di spendere tutto quello che avete in ciò che si potrebbe tranquillamente classificare come ciarpame. (Noto anche con il nome di..)

tumblr_nm8w9zb8bm1t5lw1oo1_500

..Pezze vecchie. Alcuni dei momenti più alti della moda sono stati raggiunti dal vintage. Mantelle, soprabiti, inserti crochet, guantini di pelle, gonne sotto al ginocchio per un’eleganza d’altri tempi, mai esibizionista. Maxi occhiali da sole, scollature appena accennate, cappelli a tesa larga, pizzi come se piovesse. Gucci, Moschino, Prada..Quante parole meravigliose. E poi Dior, scultore della sensualità velata, artista del new look degli anni ’40, colui che può plasmare una diva dal velluto, signore indiscusso della bellezza nostalgica.

tumblr_nk92eqj26o1sjp753o1_500

Ogni abito sembra più bello se nasconde una linea vintage, ogni accessorio sembra più prezioso se ricorda qualche antico gioiello. Con una cinturina in vita ci sentiamo subito delle dive. In un attimo ecco che spuntano calze coprenti di colori improbabili, gonne infeltrite che deformano la figura, maglioncini color senape, reggiseni a punta e ciuffi impomatati. Scendete dalla passerella! Dimenticate la velata sensualità e la bellezza nostalgica! Il mito crolla davanti all’ennesima testa coronata di fiori. La moda vintage accusa un colpo letale ogni volta che certi mercatini dell’usato vengono assaliti senza nessuna ragione. Le glorie del fashion esalano l’ultimo respiro quando qualcuno va a frugare tra le scarpe vecchie di nonna.

tumblr_oit9rulJbz1vq1u6ao1_500

C’è una linea sottile tra bello e brutto, tra eleganza e vecchiume, tra rivisitato e ridicolo, e quella linea si chiama vintage. Ragà, non so più come dirlo quindi vado dritta al punto: vintage non è sinonimo di fantastico! Non è che se scoprite una boutique vintage o un mercatino vintage dovete per forza comprare tutto solo perché è vintage! Non tutti i prodotti su cui c’è scritto bio fanno bene alla salute, non tutte le creme antirughe riusciranno effettivamente a cancellare le rughe e non tutti i tagli di capelli ci fanno evolvere in top model. Sta storia del vintage fa parte di quella categoria di verità assolute del mondo che bisogna comprendere, per evitare di mangiarsi questo mondo e quell’altro, di spalmarci sulla faccia qualsiasi cosa o  di sfoggiare un taglio alla maschietta quando c’abbiamo il doppio mento e la peluria stile basette.

Eh!

S.

Advertisements

One comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s