Storie tristi che fanno ridere Vol.2 -la speranza è l’ultima a morire-

Fermi tutti. Di Caprio ha beccato la nomination.

giphy

In quanti lo abbiamo preso in giro? Il suo viaggio senza fine verso la statuetta ha divertito e diviso il pubblico di tutto il mondo.  Le sue disavventure sono diventate il motore di un’intera categoria qui sul blog (Storie tristi che fanno ridere). Milioni di battute hanno animato il pianeta Terra ma stavolta zitti tutti..non portiamogli sfiga. Quel poveraccio di Leonardo Di Caprio ha finalmente beccato la nomination come miglior attore agli Oscar 2016 per la sua interpretazione in Revenant – Redivivo, l’ultimo di Inarritu. Tralasciando un attimo il fatto che il film ha in realtà ammucchiato 12 nomination, mica una, nelle varie categorie e che questo lo fa balzare in prima posizione nella lista dei film da andare a vedere di corsa… Tralasciando anche che il fatto che Di Caprio abbia ottenuto la nomination per questo film non vuol dire assolutamente che per tutti gli altri non lo meritasse – anche se avrò le idee più chiare una volta visto il film-… Vorrei solo dire all’Academy – i cui membri mi leggono sempre- di ponderare bene le eventuali conseguenze prima di prendere una decisione. Ragà, dategli st’Oscar, vi prego. A prescindere dal film.. Che sia un capolavoro o una cagata pazzesca, dategli st’Oscar e fatelo contento. Di Caprio è un attore eccezionale, si è cimentato in ruoli diversi, complicati, è cresciuto un sacco. Non è stato il solito flop anni ’90, non è stato il solito belloccio di Hollywood che fa i milioni con un paio di film e poi viene dimenticato oppure viene costretto a recitare sempre i soliti ruoli perché sa interpretare solo quelli, tipo Hugh Grant – scusa Hugh-. Ha sperimentato, si è buttato in progetti interessanti, non l’ho mai visto in un film inutile. Ogni ruolo che ha interpretato mi ha emozionata per qualche particolare, ed è vero che ha un po’ la faccia da gufo..ed è vero che la sua recitazione a volte è un po’ monotona e che The Beach faceva schifo.. ma anche De Niro ha la sua espressione-tipo, copiata mille volte, ed è diventata il suo segno di riconoscimento, una specie di marchio di fabbrica.

Non ci sono giochi, Di Caprio è un bravissimo attore, un’icona del cinema degli ultimi vent’anni ingiustamente sottovalutata per troppo tempo, e merita l’Oscar, anche solo per la brillante carriera che ha condotto fino a quest’ultimo film. 

Dita incrociate per il 28 febbraio.. tra voi c’è qualcuno che ha avuto il privilegio di vedere The Revenant in anteprima? Che ve ne pare?

PS. Leonà, mi raccomando. Mi sono esposta, mo’ non farmi fare brutta figura.

Sciao.

Advertisements

12 comments

  1. Crescendo e “abbruttendosi” è migliorato notevolmente, facendo vedere, non essendo piú il ragazzino belloccio che non è solo un ragazzino belloccio.
    Male che vada potrebbero sempre dargliene uno alla carriera quando sarà…

    Liked by 1 person

      • Vero. Anche se io non credo vincerò mai neanche quello.
        Scherzi a parte, quando io ero giovincello lo trovavo insopportabile. Ora invece cerco i film dove recita perché mi danno soddisfazione.

        Liked by 1 person

      • A parecchi ragazzi stava antipatico, ma forse era perché tutta la questione era ridotta a un mucchio di ragazzine che sbaciucchiavano il suo poster. Ora è diverso, siamo rimaste in poche ad apprezzare quel faccione da rapace e la gente ha cominciato da parecchio ad accorgersi del suo talento. Anche se non abbastanza.
        PS. le possibilità di vincere per noi sono poche, è vero, ma io continuo a perfezionare il mio discorso di ringraziamento…non si sa mai.

        Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s